Iconosfera

“Al valico del sonno e della veglia, prima che si varchi l’intervallo fra i due territori, al confine dove si toccano, la nostra anima è circondata di visioni.”

Pavel FlorenskiJ, Le Porte Regali

Quando le date e le unità di misura cessano di avere alcun significato; quando tra i ricordi e le allucinazioni nascono nuovi vincoli di sangue; quando i simulacri banchettano con i brandelli di verità strappati alle immagini; quando la percezione dell’Io è poco più di un singulto di noia tra il brulicame del tempo collettivo; quando le intuizioni del futuro cadono nel silenzio di una profezia in stato vegetativo; quando la trascrizione del quotidiano è indistiguibile da una costatazione amichevole d’incidente; quando il soliloquio è uno dei tanti paludamenti dell’anarchia interiore, tutto ciò che ancora pretende di essere (nell’essere ricordato) fluttua nell’umida iridescenza dell’ICONOSFERA.

Diretto, scritto, montato, interpretato e prodotto da Alessandro Fantini.

Fotografia, musica ed effetti speciali di Alessandro Fantini.